R

 

Rabdomiosarcoma: tumore maligno (sarcoma) che origina da cellule della muscolatura striata.

Rad: unità di dose assorbita, equivalente ad un centesimo di Gray (Gy), dal quale è stato sostituito nella pratica radioterapica.

Radiazione: propagazione di energia nello spazio.

Radiologia: studio mediante la diagnostica per immagini di una malattia.

Radioterapia: trattamento delle malattie basato sull'impiego di radiazioni ionizzanti.

Randomizzazione: meccanismo, utilizzato negli studi di tipo comparativo, per mezzo del quale due o più terapie vengono confrontate mediante assegnazione casuale ai pazienti. In tal modo ogni paziente ha la stessa probabilità di ricevere uno dei trattamenti oggetti di studio.

Recettore: molecola posta all'interno o sulla superficie delle cellule, che è caratterizzata dalla capacità di legarsi selettivamente ad una determinata sostanza e quindi di determinare uno specifico effetto fisiologico.

Remissione: regressione della neoplasia, che può essere completa con scomparsa della neoplasia (remissione completa) o parziale con riduzione della neoplasia superiore al 50% (remissione parziale). Vedi anche risposta terapeutica.

Retinoblastoma: raro tumore maligno che si sviluppa a livello della retina. E' il tumore intraoculare più comune dell'età pediatrica.

Rettocolonscopia: esplorazione endoscopica del retto e del colon.

Rettoscopia: esplorazione in endoscopia del retto.

Ricaduta (tumorale): comparsa di nuove lesioni neoplastiche oppure aumento delle dimensioni di una neoplasia, in risposta completa o risposta parziale, rispetto ai valori pretrattamento.

Rischio cumulativo: è la probabilità teorica individuale di avere una diagnosi di tumore nel corso della vita. Solitamente viene espresso in termini di rischio nel corso della vita, considerato in questa trattazione come l’intervallo di tempo che va dalla nascita agli 84 anni di età (0-84). [fonte: I numeri del cancro 2011]

Risonanza Magnetica Nucleare (RMN): metodica di indagine che sfrutta le proprietà fisiche dell'atomo di idrogeno e consente di studiare le strutture interne del corpo ed in particolar modo i tessuti molli.

 

 

 


ultimo aggiornamento: luglio 2011