http://www.iss.it http://www.istitutotumori.mi.it

 

 

In primo piano

 

 

 

La salute degli italiani. Nuova edizione del Rapporto Osservasalute sullo stato di salute della popolazione e della qualità dell'assistenza sanitaria nelle regioni italiane. Si registra un calo dell'aspettativa di vita degli italiani e un aumento dell'incidenza di alcune patologie tumorali prevenibili

(giugno 2016)

 

Tumori rari. Presentato il Rapporto dell’Associazione Italiana Registri Tumori (AIRTUM) realizzato in collaborazione con l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM). Per circa 200 diversi tumori rari sono state calcolate: incidenza, prevalenza e sopravvivenza a 1 e 5 anni. La novità di quest'ultima edizione è la presenza di informazioni più dettagliate per i diversi tipi istologici di ciascuna sede tumorale

(giugno 2016)

 

Rapporto Istat. Tra i 100 indicatori statistici forniti dalla pubblicazione, vengono presenti i tassi di mortalità per tumore. E' possibile consultare i dati in modo interattivo e esportare i grafici

(maggio 2016)

 

Tumore della prostata. Nuove stime di incidenza, mortalità e prevalenza del tumore della prostata in Italia, con proiezioni fino al 2020

(maggio 2016)

 

La prevenzione delle malattie attraverso un ambiente sano. Il nuovo rapporto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità mostra le ultime evidenze sulle malattie provocate dall'inquinamento, suggerendo alcune strategie per ridurre i fattori di rischio ambientali

(marzo 2016)

 

Tumori nella provincia di Milano. Il primo Rapporto del Registro Tumori delle ASL della Provincia di Milano, realizzato dall’Osservatorio epidemiologico della ASL Milano 1, mostra i dati di incidenza, mortalità, prevalenza e sopravvivenza nel periodo 2007-2012

(febbraio 2016)

 

Mortalità oncologica in Europa. La rivista Annals of Oncology pubblica i tassi di mortalità per tumore in Europa nel 2016. I dati confermano i trend di riduzione della mortalità soprattutto tra gli uomini e per le leucemie, grazie al migliore percorso diagnostico-terapeutico

(febbraio 2016)

 

Le 12 azioni contro il cancro. L'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) ha diffuso una nuova edizione del codice di azioni da adottare per uno stile di vita sano e di prevenzione del cancro

(febbraio 2016)

Inquinamento atmosferico. Secondo l'ultima edizione del rapporto sulla qualità dell'aria in Europa, appena diffuso dall'Agenzia Europea dell'Ambiente, l'inquinamento atmosferico continua ad essere responsabile di oltre 430 000 morti premature in Europa

(dicembre 2015)

 

Mesoteliomi. Il V Rapporto del Registro Nazionale dei Mesoteliomi, appena pubblicato, riporta i dati di incidenza e di esposizione ad amianto per i casi di mesotelioma maligno rilevati dalle reti dei Centri Operativi Regionali (COR). Sono descritte le misure epidemiologiche di incidenza, latenza, età media alla diagnosi, sopravvivenza per oltre 21.000 casi di mesotelioma con diagnosi dal 1993 al 2012 e i settori economici e le mansioni maggiormente coinvolti

(dicembre 2015)

 

Sopravvivenza oncologica in Europa. Presentati all’European Cancer Congress i risultati dello studio EUROCARE 5, coordinato dall’Istituto superiore di sanità e dall'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Dallo studio, che ha coinvolto oltre 10 milioni di pazienti adulti in 30 paesi europei, emerge che la sopravvivenza per tumore in Europa, a 5 anni dalla diagnosi, aumenta costantemente, ma rimangono differenze tra i paesi, l'Italia nella media UE

Monografia EUROCARE 5 su European Journal of Cancer

(novembre 2015)

 

La salute nei paesi dell'area OCSE. Nuovo rapporto sulla salute delle popolazioni e sui sistemi sanitari dei paesi dell'OCSE. Ne emerge che l'Italia è al 4° posto per aspettativa di vita, ma aumento dell'obesità infantile e scarsa prevenzione sono le note dolenti del nostro paese

(novembre 2015)

 

I numeri del cancro in Italia 2015. Quinta edizione del volume sull’oncologia nel nostro paese, nato dalla collaborazione tra AIOM e AIRTUM. Un nuovo approfondimento riguarda lo stato dello screening mammografico, ancora poco diffuso nelle aree meridionali rispetto a quelle del Centro-Nord

(novembre 2015)

30 anni di lotta contro il cancro. La Commissione Europea pubblica un documento che riassume 10 risultati e obiettivi strategici perseguiti dall’Unione Europea dall'inizio del programma "Europa contro il cancro" iniziato nel 1987 a Milano. Tra gli obiettivi anche l’impegno dell’Unione europea, emerso dalla Joint Action European Partnership for Action Against Cancer (Epaac), a ridurre l’incidenza del cancro del 15% entro il 2020

(ottobre 2015)

 

Alimentazione sana. L’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha aggiornato le indicazioni relative a una sana alimentazione. I consigli nutrizionali e le strategie per la promozione di una corretta alimentazione sono differenziati per adulti, bambini e adolescenti.

(ottobre 2015)

Gli screening in Italia. L'Osservatorio Nazionale Screening nel suo undicesimo rapporto traccia il quadro della diffusione dei programmi di screening: caratteristiche, distribuzione geografica e trend temporali degli screening per il tumore della mammella, della cervice e del colonretto. Un capitolo è dedicato alla prima survey sull'utilizzo del test HPV nello screening cervicale in Italia.

(agosto 2015)

 

Il cancro nel mondo Aggiornamento del Global burden of cancer con le stime di mortalità e di incidenza, degli anni vissuti con disabilità, degli anni di vita persi e degli anni di vita “in buona salute” perduti per 28 tipi di tumore in 188 Paesi dal 1990 al 2013

(luglio 2015)

 

Focus sull'epidemiologia del sarcoma di Kaposi. Il progetto RARECARE sulla sorveglianza dei tumori rari in Europa ha pubblicato gli ultimi dati disponibili sull'incidenza, sulla sopravvivenza per età e sulle differenze geografiche del sarcoma di Kaposi in Europa, analizzando i dati provenienti da 89 registri tumori di popolazione europei

(giugno 2015)

 

Aspettativa di vita dei malati di tumore. Un recente studio, basato su un follow-up di 25 anni, ha preso in esame l’aspettativa (o speranza) di vita, stimata in funzione di età alla diagnosi e età raggiunta, dei malati di tumore della mammella, del colon e del testicolo, sulla base dei dati raccolti dai registri americani SEER

(giugno 2015)

 

Lo stato dell’oncologia in Italia. L'AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica), in occasione del convegno nazionale tenutosi al Senato, fa il punto sui risultati raggiunti dalle strategie di controllo del cancro e sull'organizzazione e sull'appropriatezza delle cure, attraverso il Libro Bianco dell'Oncologia e le Linee Guida. Dal sito AIOM è possibile scaricare le relazioni

(maggio 2015)

 

Applicazione per smettere di fumare. Gli ex fumatori sono irresistibili è la campagna che la Commissione europea porta avanti per offrire un aiuto per smettere di fumare. Quest'anno, in occasione della giornata mondiale contro il fumo, lancia iCoach, uno strumento online gratuito per la liberazione dal fumo, basato su ricerche scientifiche e esperienze cliniche di psicologi e esperti della comunicazione. Provare è un buon inizio!

(maggio 2015)

 

La salute degli italiani. XII edizione del Rapporto Osservasalute sullo stato di salute della popolazione e della qualità dell'assistenza sanitaria nelle regioni italiane. Un capitolo è dedicato all'impatto degli interventi di prevenzione primaria e secondaria sull'incidenza, mortalità e prevalenza dei principali tumori (il volume è scaricabile previa registrazione)

(aprile 2015)

Registro tumori di Latina. Pubblicato il rapporto sui tumori in provincia di Latina per il periodo 2006 – 2010, con un confronto con i dati nazionali dell'AIRTUM (Associazione Italiana Registri Tumori). L'incidenza e la mortalità sono riferite a un periodo di registrazione di 5 anni, la sopravvivenza è calcolata a cinque anni dalla diagnosi, la prevalenza a 10 e 15 anni dalla diagnosi

(aprile 2015)

Tumori nel Veneto. Ultimi dati sull''incidenza dei tumori in Veneto nel triennio 2006-2008 rilevati dal Registro Tumori regionale

(aprile 2015)

Prevalenza e guarigione da tumore in Italia. Nuove stime del numero di persone viventi dopo una diagnosi di malattia neoplastica e dei pazienti già guariti dal tumore, cioè delle persone che, dopo un certo numero di anni dalla diagnosi, hanno raggiunto un tasso di mortalità uguale a quello della popolazione generale di pari sesso ed età. Le stime sono frutto di un vasto studio condotto dall’Associazione Italiana Registri Tumori, la rete che riunisce 45 Registri Tumori che attualmente monitora oltre il 53% della popolazione italiana

(marzo 2015)

Disuguaglianze di salute. Sul sito Dors - Centro di documentazione per la promozione della salute della Regione Piemonte - è disponibile la traduzione italiana della guida redatta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per affrontare le disuguaglianze di salute. Uno strumento rivolto ai decisori e ai professionisti della salute per mettere in pratica le idee espresse nel rapporto "Health 2020", - il nuovo quadro politico sviluppato dall’ OMS per l’Europa

(marzo 2015)

Rapporto sulle malattie croniche nel mondo. L'Organizzazione mondiale della sanità ha diffuso l'ultimo report sulle stime più aggiornate di mortalità (2012) per le malattie croniche non trasmissibili, sugli indicatori e sui fattori di rischio per singolo paese. Ridurre del 25% la mortalità causata dalle malattie croniche non trasmissibili è l'obiettivo da raggiungere entro il 2025

(gennaio 2015)

La sanità italiana secondo l’OCSE. Secondo l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, l'assistenza sanitaria italiana negli ultimi anni è notevolmente migliorata, ma persistono le disparità regionali. L'OCSE raccoglie in un rapporto le best practice e le raccomandazioni per migliorare ulteriormente la qualità delle cure e recuperare le regioni in difficoltà

(gennaio 2015)

 


ultimo aggiornamento: aprile 2016